Intervista al Candidato

Enrico, qual è la priorità per Spilimbergo?

Il tema evidentemente “caldo” è quello dell’occupazione e dello sviluppo economico. Al netto di false promesse slegate dalle competenze proprie dell’Ente e di slogan elettorali che poco si addicono alle inclinazioni mie e delle liste a sostegno, per quanto riguarda il settore industriale la vera scommessa sarà quella di interagire in maniera costruttiva con gli Enti Sovraordinati, Regione in primis, per discutere di viabilità e di fiscalità di vantaggio che rendano lo Spilimberghese una zona di insediamento realmente appetibile rispetto a zone omologhe, che di tali strumenti hanno abbondantemente beneficiato. Allo stesso modo con la trasformazione da città emporiale pura a città emporiale-turistica gli operatori commerciali e le associazioni locali, che già moltissimo si adoperano, dovranno essere accompagnati e sostenuti. Ma quello economico non è l’unico tema. Spilimbergo come buona parte delle nostre zone deve tener ben presente le esigenze di una popolazione con una elevata età media. E’ quindi l’ottica del “servizio alla persona” che dovrà guidare l’azione amministrativa, senza mai dimenticare i nostri giovani: l’intergenerazionalità deve essere considerata un’opportunità. L’attenzione alle nostre Frazioni infine, tanto a livello di opere anche di collegamento (ciclabili) quanto di sostegno alle realtà associative che costituiscono il cuore pulsante delle piccole comunità.

Quali azioni intendi intraprendere nei confronti dell’Inceneritore?

In questi ultimi tempi la vicenda “Mistral – CoInceneritore” ha infiammato il dibattito cittadino, e l’ascolto delle perplessità palesate da più parti e convogliate anche in forma associata hanno indotto la passata Amministrazione ad intraprendere un percorso di riflessione, informazione e condivisione. Sarebbe intellettualmente scorretto non riconoscere l’opera di quanti – al netto di strumentalizzazioni o peggio ancora di faziosità preconcette – hanno costruttivamente interagito in proposito. Ciò premesso, le scelte per il futuro dovranno essere guidate da analisi “in scienza e coscienza” sulla politica ambientale complessiva e particolare, attraverso la predisposizione (rectius diffusione) di un “bilancio ambientale” che tenga in considerazione i punti fissi dell’attualità (impianto esistente, durata della convenzione al 2028 ed eventuale proroga, controllo delle emissioni e dell’attività complessiva da parte dell’azienda) e le prospettive (futura bonifica, emissioni impianto di nuova generazione, teleriscaldamento, ecc.).

Convinci i tuoi elettori a votarti

Ferma deve preliminarmente restare la stima e il rispetto per Jacopo, Leonardo e Marco, che come il sottoscritto hanno deciso di porsi al servizio della nostra comunità attraverso la partecipazione politica. Dovessi poi sottolineare una caratteristica che rispetto agli altri potrebbe distinguermi, non esiterei a sottolineare quel radicamento con il territorio e con gli spilimberghesi, quanto nel capoluogo come nelle frazioni, che credo mi rappresenti. La partecipazione associativa in ambito sportivo, musicale o semplicemente conviviale, una storia familiare che in Spilimbergo affonda profonde le sue radici, spero possano farmi interpretare al meglio le esigenze dei miei concittadini, al fine di poter, attraverso l’esperienza maturata nonostante l’età (non si direbbe, ma sono il più giovane dei quattro…), elaborare le risposte più opportune.

Cosa farai, da primo cittadino?

Nel 2018 vedranno la luce diversi cantieri già programmati, ed altri termineranno (ad es. marciapiedi e asfaltature, scuole elementari, palestra delle medie, parcheggio della Favorita). Non si può prescindere da un puntuale piano delle manutenzioni, stradali e non. Le istanze in questo senso sono quotidiane (mi si dovesse parlare di un’opera puntuale ed immediata, credo che ad es. la sistemazione della strada della Zona Industriale del Cosa, tra le altre, sia un atto dovuto ed urgente). Non è poi un segreto che l’attenzione per le strutture sportive e a vocazione sociale sia una mia priorità. Parlando di turismo e cultura, sostegno alle manifestazioni consolidate (Macia e Folkest in primis, ma non solo) nuova edizione di Artemosaico, organizzazione di un festival legato al CRAF ed ai nostri fotografi, completamento delle infrastrutture legate al comparto Scuola di Mosaico ed integrazione delle stesse con il centro città. Un mio sogno immediato, però, sarebbe la riapertura della Pizzeria LA FAVORITA attraverso un progetto innovativo di inclusione che coinvolga un altro nostro gioiello: Progetto Spilimbergo ed i suoi utenti (attività commerciale, sportiva e sociale insieme…).

Di cosa ha bisogno Spilimbergo per i porssimi 5 anni?

Siamo sinceri e, con onestà intellettuale, anche autocritici. Spilimbergo deve osare di più. Gli ultimi anni non hanno permesso – vuoi per una congiuntura complessiva, vuoi per le note vicende giudiziarie che ci erano state lasciate in eredità e che hanno pesantemente influito sull’azione amministrativa – quello che viceversa vorrei fosse la connotazione del prossimo mandato. Spilimbergo può e deve “volare alto e guardare più lontano”, socialmente e culturalmente. I conti del Comune sono assolutamente in ordine e potranno permettere investimenti non legati a “cose”, ma a “idee”, non a “interessi” ma alle “persone”, non a “contingenze” ma a “filosofie”. Con questo tipo d’agire e di pensare si può riflettere su come agevoalre anche la ripresa economico-sociale.

Presenta i tuoi candidati

Quattro liste, due di estrazione politica, due squisitamente civiche. Al loro interno, un mix di esperienza e freschezza, una evidente inclinazione al sociale. Mi hanno colpito quando, sin dai primi incontri, è emersa la critica costruttiva rivolta ad orientare al meglio le scelte per il futuro. Sono e voglio essere uno di loro, lo spirito di squadra ci e mi caratterizza. Abbiamo poi tutti concordato su una linea: si ascolta, non si promette ciò che non è possibile, si verificano le coperture ed i costi. Realismo ed al tempo stesso il sogno di poter amministrare al meglio la nostra amata Città.

Leave a comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.